martedì 28 giugno 2011

L'ormai famosissimo FORNETTO DELLA NONNA!!

Ma che meraviglia!!
Ce l'ho anch'io, lo uso spesso, mi da una grande soddisfazione ed è davvero molto pratico.

Unico accorgimento imburrarlo bene, anche sotto al coperchio, prima di infornare, ed usare il gas molto basso, altrimenti si rischia di bruciare tutto in quattro e quattr'otto!

Ho voluto immediatamente provarlo per cuocere il pane e vi assicuro che viene benissimo, perfettamente lievitato e gonfio.

Questo è il risultato di un impasto con un po' di erbe aromatiche all'interno.
Le mie dosi per l'impasto del pane sono quelle dettate da tutti i ricettari di cucina, con qualche piccolo accorgimento che adotto io dopo innumerevoli tentativi, sinceramente piuttosto soddisfacienti.

In effetti, devo confessarlo, io il pane non lo compro MAI!!! ma lo preparo sempre in casa.
Nessuno vuole saperne di pane acquistato, resta lì, per diventare raffermo.

Ecco la mia ricetta.

Mescolare 25 gr di lievito di birra fresco con 200 ml di acqua a 37 gradi (possibilmente!), 100 ml di latte sempre a 37 gradi, 3 cucchiai di olio Extra Vergine di oliva e un cucchiaino di zucchero.

Aggiungere 570 gr di farina e un cucchiaino colmo di sale fine.

Impastare e impastare, magari con un' impastatrice, molta meno fatica!!

La quantità di farina può variare e può rendersi necessario aggiungere ancora un cucchiaio di farina nel caso in cui l'impasto risultasse troppo appiccicoso.

Fare una palla, con un coltellino affilatissimo fare un taglio a croce sulla superficie, coprire con un panno pulito e chiudere in un mobile o all'interno del forno freddo per 40 minuti circa.

Trascorso il tempo necessario l'impasto dovrebbe essere al punto di massima lievitazione.

Qui si può o sgonfiare l'impasto, dare la forma voluta ai panini e far lievitare ancora,prima di infornare, o infornare subito dopo aver spennellato la superficie con una soluzione di olio e acqua.

Cuocere per almeno 30 minuti se si tratta di un'unica grande forma, con il forno preriscaldato.

Nel fornetto della nonna invece la cottura è molto più lunga, almeno un' ora per me, controllando con lo stecchino la cottura e la doratura della crosta secondo i gusti personali.

I risultati sono davvero ottimi, per non parlare di tutte le torte, compresa la torta marmorizzata che vedete qui sotto.
Il fornetto? Assolutamente da provare!

10 commenti:

Pippi ha detto...

ma che belli entrambi..bell'attrezzo...

Laura ha detto...

NAAAAAAAAAAAA...... dimmi che te lo sei portata!!!! Solo tu puoi....

yrbag ha detto...

giuliaaaaaaaa! ciaoo
ma dove si trova quel fornetto ! mi piace !
come va tutto bene?
un bacioneeeee
ciao ne

Anonimo ha detto...

Ciao! leggendo questo post ho trovato la ricetta del pane molto interessante..l'ho provato ed è veramente ottimo! l'unico problemino è che mio figlio è intollerante al latte, posso sostituire i 100 ml di latte con 100 ml di latte? grazie per il consiglio! a presto. Maria

Schizzo di colore ha detto...

Ciao Maria, se tuo figlio è intollerante al latte puoi sostituire i 100 gr di latte con acqua, va benissimo.
Quando incominci a fare il pane in casa...non smetti più, te lo assicuro!

Anonimo ha detto...

GRAZIE, gentilissima! lo ri-provo e ti faccio sapere! Buona giornata, Maria.

Debby ha detto...

Sensazionale, complimenti veramente!

daniela sognidiperle ha detto...

Ciao, piacere di conoscerti. Ho visto l'immagine del fornetto e mi sono incuriosita. Ce l'ho anch'io da una vita, guardacaso regalo della mia nonna, e per cuocere le torte lo metto direttamente sulla fiamma del gas con il suo rompifiamma in dotazione. Davvero fantastico! Mi faccio una passeggiata fra i tuoi post e per ora ti lascio un saluto. Buona domenica.
Daniela

Fata Margherita ha detto...

Woe che spettacolo, già il pane mi manca (sono ciliaca) poi se vedo una foto così!

daniela boscheratto ha detto...

Ciao. Ho visto adesso per caso il tuo blog. sei bravissima. Io sono una dilettante, perciò curioso un pò in giro per imparare da chi è bravissima come te. Io ho il fornetto da anni ma ci faccio solo il ciambellone marmorizzato. Che noia. Adesso provo subito la tua ricetta. Il pane lo faccio qualche volta con la macchina del pane(qui è di moda), ma ho la fissa del risparmio e l'ellettricità costa. Il gas sembra meno caro, per questo anche il ciambellone di solito lo faccio così. Vado subito a mettermi all'opera. CIAO Daniela.